Museo delle Confraternite

Museo delle Confraternite

L'esposizione del museo

Il Museo delle Confraternite Riunite è stato aperto nel 2001, nei locali vicini alla Chiesa di Sant’Agostino. I cimeli esposti rappresentano una valorosa testimonianza delle Confraternite attive a Orte, dal Medioevo a oggi.


Molti degli oggetti presenti vengono utilizzati durante la processione del Cristo Morto: arazzi, lampioni, croci, etc..
La reliquia di maggiore valore custodita nel museo è la Bara del Cristo Morto. Realizzata in legno con stile barocco nel 1626 da Vittorio Iacoponi, viene trasportata durante la processione del Venerdì Santo. Di grande importanza anche la macchina della Madonna Addolorata, con puttini dorati, e il Crocione bianco della Confraternita di Santa Croce.

Entrata del Museo delle Confraternite di Orte
Museo delle Confraternite Riunite di Orte

Le Confraternite

La prima confraternita di Orte è quella della Disciplina, divenuta poi Santa Croce. È probabile che questa sia la prima confraternita di laici in Italia, già attiva nel 1159. Della stessa epoca anche la processione del Venerdì Santo.
A Orte il movimento delle confraternite si diffonde con facilità, tanto che nel XVIII secolo se ne contano sedici, di cui otto ancora attive oggi. La legislazione seguente all’Unità Nazionale, ha privato le confraternite dei loro patrimoni, messi a disposizione dell’assistenza pubblica statale.
Nel 1946 le confraternite sopravvissute, per lo più Santa Croce, Misericordia e Santissima Trinità, vengono accorpate dall’autorità ecclesiastica. Da questa unione nasce l’organismo delle Confraternite Riunite di Orte.

 

La processione del Cristo Morto

La processione si svolge ogni Venerdì Santo ed è organizzata dalla Confraternità di Santa Croce. Si svolge nello stesso modo dell’epoca in cui è nata. Le confraternite procedono in ordine inverso al periodo di fondazione, quindi prima le più recenti poi le più antiche. Dopo queste seguono la Bara e la Madonna Addolarata, dopodiché è il turno della Confraternita femminile del SS.mo Rosario. Chiudono la processione delle ragazze che rappresentano la Maddalena, la Veronica, le tre Marie e le tre Piangenti.
Le confraternite sono riconoscibili dai colori e dalle divise. Ognuna di queste porta con sé i propri oggetti esposti nel museo.

 

La Chiesa di Sant'Agostino

La Chiesa di Sant’Agostino nel passato ha accolto l’ospedale maschile della Confraternita di Santa Croce. Nel piano sottostante l’edificio si trovava l’oratorio, che si affaccia a picco sulla rupe di Orte. Nel 1817 l’ospedale viene trasferito nei locali più spaziosi della Madonna di Loreto. I locali rimangono comunque sede della confraternita.
All’interno ci sono alcuni affreschi, la Madonna del Rosario, la pala d’altare dipinta da Giorgio da Orte nel’500 e un crocifisso ligneo del XV secolo. La sacrestia della chiesa ospita oggi il Museo delle Confraternite.

 

Orari e contatti

Giorni d'apertura: su richiesta

Biglietto: Gratuito

Indirizzo: Piazza del popolo

Telefono: 0761 403180 - 3206280189

Sito web: www.confraterniteorte.it

 

Le comunità religiose di Orte hanno influenzato nel profondo la società della cittadina. Visita anche il Museo d’Arte Sacra!

Dov'è il Museo delle Confraternite

Copyright© 2019 - Tutti i diritti riservati. I testi, le fotografie e il materiale multimediale in questo sito sono proprietà di Robin Netowrk SRLS, è vietato riutilizzarli senza autorizzazione.

InAgroFalisco è un progetto di Robin Network S.R.L.S. - P. IVA 14383081008 | Sede legale Via Eleonora Duse 53, Roma

E-mail: info@inagrofalisco.it

Please publish modules in offcanvas position.