Visitare il
Bunker Soratte

Visitare il
Bunker Soratte

TIPO DI ESPERIENZA

Visita guidata

 

PREZZO

 

Intero 10

Ridotto 5

DURATA

 

Circa 1 ora e mezza

 

Amerina terra di mezzo paintball

Logo Bunker Soratte Sant'Oreste

Il Bunker Soratte: viaggio dentro la storia nelle gallerie segrete del Monte Soratte

Il Bunker Soratte è un percorso di gallerie segrete scavate nel Monte Soratte, all’estremo sud dell’Agro Falisco, nel paese di Sant’Oreste. Parliamo di oltre 4 km di ti tunnel articolati che risalgono all’epoca fascista, ma che contengono anche rifugi antiatomici della Guerra Fredda.

Oggi parte di queste gallerie sono riaperte per i visitatori: conoscerai la storia e gli avvenimenti di questa base militare, segreta fino a pochi anni fa. Uno spazio sotterraneo enorme, che nessuno potrebbe immaginare nascondersi nel monte. Il percorso è stato allestito dall’Associazione Avventura Soratte, che organizza le visite del bunker.

Macchine per le munizioni, mappe, missili, maschere antigas, dispositivi dell’epoca, carri armati, sala per la strategia militare. Il Bunker Soratte non è solo un monumento storico ma un’esperienza immersiva che ci riporta nella Seconda Guerra Mondiale e nella Guerra Fredda.

Un luogo unico in Italia, che racconta di intricati episodi internazionali, militari e politici.

Nella visita seguirai il percorso dentro la montagna e scoprirai le fasi di costruzione del bunker, un’opera di imponente di ingegneria militare, fino alla riscoperta.  

Siamo nel 1937, Benito Mussolini sceglie il Monte Soratte come il luogo per costruire un rifugio antiaereo per alte cariche dell’Esercito Italiano. Il Monte Soratte infatti è vicino Roma, un luogo facile da raggiungere. La veste ufficiale del luogo è quello di una fabbrica di armi della Breda: le “officine protette del Duce”. Il progetto di scavo e costruzione continua fino al 1943: arriva la Seconda Guerra Mondiale.

L’Italia è occupata dall’esercito tedesco. Nel settembre del ’43 il comando guidato dal Feldmaresciallo Albert Kesslering si trasferisce sul Monte Soratte. Le impressionati capacità difensive del bunker resistono anche al bombardamento del 12 maggio 1944, in cui la montagna è in fiamme – nella visita scoprirai come fece a resistere.

Quando Kesselring è costretto a ritirarsi, dà l’ordine di bruciare, per questo molti documenti e reperti sono scomparsi. Per alcuni, durante la fuga fa interrare anche il tesoro sottratto alla Banca d’Italia, al momento ancora non è stato trovato nulla.

Dopo anni di abbandono, arriviamo alla Guerre Fredda, è il 1967. Con la collaborazione della NATO, una parte del bunker viene modificato per diventare un rifugio antiatomico. In caso di attacco nucleare ha il compito di ospitare i membri del governo italiano e il Presidente della Repubblica. I lavori proseguono fino al 1972, poi si fermano per cause sconosciute.

Oggi l’area appartiene al Comune di Sant’Oreste ed è diventato la sede di un museo storico diffuso: il Percorso della Memoria.

Continua a leggere se vuoi sapere come fare per la visita.

Il percorso della visita attraversa le gallerie per circa 1 km, per la durata di un’ora e mezza circa. Raccomandiamo di portare abbigliamento per coprirsi, perché la temperatura interna è di circa 12°.

Le visite si svolgono solo in alcune date programmate, principalmente la domenica o in date speciali, come il Bombing Day e il Bunker di notte. Il Bombing Day è un evento annuale in cui ad animare il luogo ci sono figuranti militari ed esibizioni aeree sul Monte Soratte.

Il contributo d’ingresso intero è di 10,00 €.

Il contributo ridotto è di 5,00 €.

2 Genitori + 1 Figlio (minorenne): 20,00 € (per ogni figlio minorenne in più dopo il primo aggiungere 2,00 €).

Per maggiori info sulle modalità e le date puoi andare sulla pagina di prenotazioni del Bunker.

Il Bunker Soratte non ha un parcheggio dedicato quindi puoi parcheggiare all’interno di Sant’Oreste e avvicinarti a piedi.

Telefono: bunkersoratte@gmail.com

E-mail: 380 3838102

Please publish modules in offcanvas position.